Ironia della sorte

Ci sono espressioni che senti da bambino senza capire bene che cosa vogliono dire. Poi diventi adolescente e inizi a intuirne il significato. Poi un giorno, tra post-adolescenza ed età adulta – per dividere il tempo in termini anagrafici – vedi qualcosa, leggi un brano, guardi un’immagine e ne afferri tutto il prepotente significato.

Mi è successo ieri con “ironia della sorte”.

Ero nella pagina del sito di Repubblica dedicata al dossier sul movimento No Tav, intitolato Le battaglie no- Tav. E ho notato la strana e surreale relazione tra i video dedicati a chi in Val di Susa si oppone alla costruzione della linea ad Alta Velocità e la piccola frase del banner pubblicitario della pagina.

Ecco, l”ironia della sorte”:

fonte: www.repubblica.it
fonte: www.repubblica.it

Non solo il “dossier” di Repubblica preferisce dare spazio preponderante alle immagini degli scontri, che pur ci sono stati e ci sono in Val di Susa, piuttosto che intervistare magari qualche autore di dossier sul rapporto tra costi e benefici della TAV, finisce che mentre uno cerca informazioni sulla fantomatica linea ad alta velocità si trova pure invitato a comprare i biglietti per Italo, il treno ad Alta Velocità per l’appunto.

una cantastorie vagabonda, antropologa dei media e camminatrice seriale.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: