Il nuovo volto di Internazionale e lo “stream journalism”

stream giornalismoOggi ho pubblicato un post in inglese sul mio blog di Linkedin: Stream based journalism – Internazionale’s restylingHo deciso di tradurre lo stesso post in italiano qui, come al solito ossessionata dal desiderio di tenere traccia di alcune riflessioni sui media e sulle tecnologie.

Perche’ l’organizzazione per stream (flussi) aiuta i lettori a capire meglio le storie – L’esempio di Internazionale

Oggi Internazionale, una delle piu’ interessanti pubblicazioni settimanali, ha lanciato il suo nuovo sito: www.internazionale.it 

La grafica pulita e efficace e’ nettamente migliore rispetto alla versione precedente. Giovanni De Mauro, il direttore ha scritto un editoriale in cui presenta il nuovo progetto. Tra i vari passaggi ne ho trovato uno che ha catturato la mia attenzione:

Tutta la struttura è basata sull’idea di stream, di flusso. La stessa alla base di Facebook o Twitter: aggiornamenti presentati in semplice ordine cronologico, con il più recente in primo piano. Anche altri mezzi d’informazione stanno sperimentando questo sistema, Quartz negli Stati Uniti, Itv nel Regno Unito, Rtl nei Paesi Bassi, Nrk in Norvegia.

A differenza di Facebook e Twitter, però, accanto al flusso di notizie in tempo reale, seguiremo approfonditamente l’evoluzione di alcune storie che giudichiamo rilevanti da un punto di vista giornalistico.

Personalmente sono entusiasta per questa idea: lo stream, il flusso e’ un concetto chiave per il giornalismo contemporaneo. I confini delle storie spesso sono molto difficili da ridurre a un inizio e a una fine. Pensare alle storie come a dei flussi e’ molto importante. In questo modo il giornalista o il team di giornalisti ha la possibilita’ di aggiungere continuamente dettagli, dati, informazioni, spiegazioni. Questo processo puo’ essere portato avanti all’infinito e garantisce al pubblico la possibilita’ di muoversi continuamente lungo il tracciato di una storia. Le possibilita’ di comprensione del senso da parte del pubblico aumentano in questo modo considerevolmente.

E’ anche per questo che sono felice che ScribbleLive, la software company per cui lavoro e che viene utilizzata da moltissime testate nazionali e internazionali, abbia annunciato proprio nei giorni scorsi alcuni importanti aggiornamenti, tra cui il passaggio dal nome “evento” a “stream” per riferirsi a. contenuto “madre” in cui vengono pubblicati gli aggiornamenti in tempo reale. Si tratta di un passaggio fondamentale per la mentalita’ dei giornalisti e per la loro stessa professione. Cosi’ come per chiunque, anche a livello aziendale o amatoriale, si trovi a raccontare delle storie. E come sempre…the medium is the message.

una cantastorie vagabonda, antropologa dei media e camminatrice seriale.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: