God Save The Link/6: L’Inglese, La Giornalista e il Negoziante Ahmadi

La sesta puntata della rubrica Periscope. Il dominio accademico dell’inglese, le cinque regole del giornalismo partecipativo e un reportage dal Sud di Londra tra gli Ahmadi.

In occasione della sesta puntata della rubrica si è verificato il primo fattaccio. Invece che connettermi a Periscope dallo smartphone, ho preferito usare il tablet. Per avere una qualitá video migliore. Peccato che non mi sia ricordata di spostare la levetta che permette di scaricare automaticamente i video alla fine della trasmissione. Con la scomparsa di Katch.me e senza il video salvato, dunque, il riassunto della sesta puntata arriva qui sul blog senza video. Per chi arrivasse qui per la prima volta e volesse vedere anche le puntate con i video, ecco tutta la rubrica God Save The Link.

Perchè l’inglese è diventato la lingua delle universitá

Tra il 2007 e il 2014 il numero di corsi universitari e master in lingua inglese è cresciuto nel mondo del 239%. Nel 1880 solo il 36% delle pubblicazioni accademiche era in inglese. Nel 1996 la percentuale era del 91%. L’articolo pubblicato su The Conversation spiega i pro e i contro legati al fatto che l’inglese sia diventata la lingua accademica per eccellenza. E l’autore afferma che il motivo non sia linguistico, ma politico ed economico.

5 cose da ricordarsi quando si vuole fare giornalismo partecipativo

Al ritorno dal Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia Rosy Battaglia ha messo insieme qualche pillola sul suo canale Medium. Nell’articolo intitolato Perchè  abbiamo bisogno del giornalismo partecipativo, la giornalista individua cinque elementi principali che deve avere un giornalismo che sia in dialogo con i lettori, definiti da lei “partecipanti attivi dell’ecosistema dell’informazione”. Dico solo che due delle parole sono “autenticitá” e “ascolto”.

Un bel reportage da Londra

Per i percorsi della vita ho la fortuna di conoscere, come amici, alcuni bravissimi giornalisti. Uno di loro si chiama Gianluca Mezzofiore. E da qualche settimana è diventato Real Time News Reporter per Mashable UK. Perchè dico che Gianluca è bravo? Verificate voi stessi. The Muslim Sect under Threat from Extremists in the UK. Il reportage fatto a Londra contiene tutto quello che serve a me che non vivo lí per:

capire il problema = gli Ahmadi sono una minoranza musulmana non riconosciuta dai sunniti. Il problema è esploso quando un negoziante ahmadi è stato ucciso a Glasgow
fidarmi del giornalista = Gianluca ha fatto domande a tutte le “parti in causa” citate nel reportage, per confermare o smentire voci e opzioni

immaginarmi nella situazione = Gianluca non ha lavorato seduto dalla sua scrivania, ma se n’è andato con registratore, taccuino e macchina fotografica a Sud di Londra per fare foto e raccontare i dettagli ambientali.

Giornalismo lento? Proprio quello di cui parlava Gay Talese nella rassegna di ieri.

Ogni giorno alle 14.00 God Save The Link va in diretta su Periscope. Ogni mattina alle 9.00 appare sul blog.

 

una cantastorie vagabonda, antropologa dei media e camminatrice seriale.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: